area riservata
Sei in Home » Casa di Cura » Valutazione della qualità e Standard

Valutazione della qualità e Standard

Valutazione della qualità
La qualità delle prestazioni della Casa di Cura è tenuta sotto controllo mediante monitoraggio dei servizi in riferimento ai requisiti richiesti in ogni fase della progettazione ed erogazione.
Attraverso le verifiche ispettive interne ed utilizzando opportune tecniche statistiche l’azienda verifica la continua adeguatezza del Sistema di Gestione per la Qualità.
Qualora i risultati delle indagini non evidenziano risultati positivi, l’Azienda addotta opportune Azioni Correttive e Preventive al fine di assicurare la conformità dei servizi ai requisiti richiesti.
Al fine di fornire un servizio sempre migliore e per mantenersi aggiornata sulle nuove esigenze, la Casa di Cura esegue un monitoraggio sullo i suoi Clienti per valutare il grado della loro soddisfazione e per tenere in giusta considerazione tutti i loro suggerimenti.
Il livello di soddisfazione dei clienti è un indicatore rappresentativo dello scostamento tra la qualità percepita e qualità attesa.
A tal scopo:
-       Gestisce la comunicazione interna e le relazioni con i clienti e altri organismi esterni;
-       Tratta i reclami e le non conformità
In realtà, il Responsabile per la Qualità si fa carico di ogni eventuale osservazione, segnalazione e reclamo proveniente dall’interno e/o dall’esterno, adoperandosi affinché riceva adeguata e soddisfacente risposta.
Il Responsabile per la Qualità inoltre definisce il Piano delle verifiche ispettive / audit in modo da coprire tutte le aree esplicanti le attività che hanno influenza sulla qualità. 
Tutte le segnalazioni, soprattutto quando si tratta di reclami propriamente detti, ma comunque in ogni caso, sono registrate e valutate.
Le verifiche ispettive interne / audit sono condotte direttamente dal Responsabile per la Qualità e da altro auditor in possesso di adeguata qualifica per assumere il ruolo di valutatore (conformemente ai requisiti espressi dalle Norme UNI EN ISO 19011:02) con l’eventuale partecipazione di rappresentanti di altre aree aziendali a scelta del Responsabile per la Qualità.
Il responsabile della verifica ispettiva emette il Rapporto di verifica ispettiva nel quale segnala in modo dettagliato ogni carenza riscontrata nel corso della verifica.
Sulla base dei risultati degli audit, visite ispettive, delle informazioni ottenute e dei reclami la Direzione intraprende azioni di correzione e/o miglioramento sia in termini di prodotto che di organizzazione e disposizioni aziendali concordando con il responsabile dell’area verificata la proposta di risoluzione e i tempi di attuazione
Schede informative riservate ai pazienti ed accompagnatori
Al termine delle prestazioni sanitarie viene consegnato un questionario da compilare in modo anonimo ed imbucare in apposito contenitore.
Reclami
Possono essere espressi attraverso l’utilizzo dei questionari o portati a conoscenza direttamente alla Superiora pro tempore. 
Il paziente ricoverato o un suo familiare, nel caso di disservizi che incidano sulla qualità dell'assistenza, del comfort o di difetto di informazione sui trattamenti sanitari cui viene sottoposto, può presentare osservazioni, reclami, proposte e suggerimenti alla Suora responsabile della struttura e/o allo i suoi coordinatori amministrativi che sono sempre a disposizione per chiarire e risolvere eventuali problemi. 
Standard di prodotto
Il miglioramento della qualità e dell’efficacia dell’assistenza è uno degli obbiettivi prioritari di ogni politica sanitaria. Gli esiti dell’assistenza sanitaria possono essere considerati come indicatori di efficacia o di qualità a seconda dei contesti cui si riferiscono. Il volume di attività rappresenta una delle caratteristiche misurabili di processo che possono avere un rilevante impatto sull’esito dell’assistenza sanitaria.
La letteratura scientifica che valuta l’associazione tra volume di attività ed esito degli interventi sanitari si è molto sviluppata nell’ultimo decennio, quindi la revisione sistematica della letteratura scientifica sull’argomento rappresenta una tappa preliminare per identificare quali sono itrattamenti (preventivi, diagnostici, terapeutici e riabilitativi, medici e chirurgici) per i quali è possibile cercare di definire standard o requisiti di volumi di attività a fini di regolazione, programmazione e/o di certificazione/accreditamento.
 
2017 - 2019
Protesi anca / ginocchio 774
Revisione di protesi 30
Interventi ginocchio 1.562
Interventi spalla 401
Interventi piede 314
interventi mano 53
stripping 117
cataratta 2.922
Colecistectomia 130
interventi per ernia 86
* Il Budget 2019 è stato ridotto dalla locale ASL n.5 Spezzino del 35%  

 Il Programma Nazionale Esiti (PNE) fornisce a livello nazionale valutazioni comparative di efficacia, sicurezza, efficienza e qualità delle cure prodotte nell’ambito del servizio sanitario, in particolare si concentra su interventi sanitari di provata efficacia che dovrebbero essere offerti a tutta la popolazione in condizione di equità.
 
  Nazione Casa di Cura
Intervento di protesi di ginocchio: reintervento a 30 giorni 1,25 0,7
Intervento di protesi d’anca: reintervento a 30 giorni 3,58 0,0
Artroscopia: reintervento entro 6 mesi 3,58 0,0
Colecistectomia laparoscopica: altro intervento a 30 giorni 1,17 0,0

Lo standard di prodotto è esplicitato nei PDTA e dichiarato per far sì che i pazienti possano sapere cosa aspettarsi dalla nostra Casa di Cura e possano liberamente e coscientemente scegliere, secondo quanto stabilito oltre che dalla legislazione (Dlgs.502/92) anche dal codice deontologico in tema di consenso informato.
In teoria dovrebbero essere esplicitati tutti i prodotti erogati dalle UU.OO, la pratica impone di fare una selezione dei prodotti e scegliere quelli ritenuti prioritari di tipo tecnico – professionale.
L’elenco è rappresentato dagli interventi elencati nella tabella dei volumi di attività e sono disponibili presso l’amministrazione della clinica.